• La vitamina E essenziale per la pelle

    Il tocoferolo è la vitamina E, importante per la pelle e per la sua elasticità, aiuta così anche per le smagliature

    L’Alfa Tocoferolo è un antiossidante liposolubile, presente in molti vegetali, ad esempio nella frutta e nell'olio d'oliva.

    L’ alfa tocoferolo è uno dei principali composti chiamati vitamina E, e per questo ne viene comunemente usato, intercambiabilmente, il nome.

    Viene utilizzato principalmente nei cosmetici e nelle creme contro l’invecchiamento cutaneo.

    Ma cos’è l’ alfa tocoferolo ? Semplice, si tratta della Vitamina E. L’ alfa tocoferolo è il temine tecnico per denominare la vitamina E, che nell’INCI dei prodotti si trova con il nome tocopherol (tocoferolo)

    Il l’ alfa tocoferolo, o vitamina E, viene utilizzata non solo come sostanza anti età per la pelle, ma anche come rassodante cutaneo, vista la sua capacità di mantenere le fibre del tessuto connettivo in condizioni favorevoli.

    Nonostante le altre indicazioni, l’azione più intrigante dell’ alfa tocoferolo è quella anti età, perché agisce sulla degradazione dei tessuti, impedendola.

    Le creme contenenti vitamina E dovrebbero entrare a far parte della beauty routine quotidiana di ognuno di noi, in quanto è particolarmente adatta alla pelle secca e matura.

    Quali funzioni svolge l’ alfa tocoferolo? (vitamina E)

    Grazie alla sua attività come antiossidante, l’ alfa tocoferolo, contrasta i processi di invecchiamento cellulare ed è per questo sfruttata anche in molti prodotti di bellezza.
    Inoltre, rendendo la pelle più tonica ed elastica, contrasta anche la formazione di smagliature nel corpo. 

    L’ alfa tocoferolo, ovvero la vitamina E, ha un ruolo importante, non solo come antiossidante ma anche nella prevenzione dell'ossidazione degli acidi grassi polinsaturi, evento chiave nello sviluppo del processo di perossidazione lipidica e quindi nel contrastare una sovrabbondanza di radicali liberi.

    L’ alfa tocoferolo interrompe i radicali liberi che si formano quando i grassi subiscono determinate trasformazioni metaboliche. Sono in corso studi sulla possibilità di utilizzo della vitamina E per prevenire o a ritardare le malattie croniche associate agli stessi. Viene infatti ipotizzato che possa essere rilevante anche nel contrastare i danni causati ai neuroni, dai radicali liberi stessi: danni che, facilmente, contribuiscono al declino cognitivo e alle malattie neurodegenerative.

    L’azione altamente protettiva dell ‘ alfa tocoferolo, gli conferisce un ruolo di primaria importanza nella prevenzione dell’invecchiamento cutaneo.

    Riassumendo l’alfa tocoferolo:

    -        Protegge la pelle dai radicali liberi

    -        Contrasta l’invecchiamento cutaneo

    -        Svolge azioni antiossidanti

    -        Contrasta lo sviluppo di malattie cardiovascolari

    -        Protegge dai coaguli sanguigni

    -        protegge dai danni dell’inquinamento

    -        contrasta le affezioni della pelle come acne ed eczema

    La vitamina E (tocoferolo) è un’ottima alleata contro la sindrome premestruale e, infine, non presenta segni di tossicità e trova impiego anche come farmaco antitrombotico, inibendo la coagulazione del sangue.

    Carenza di Vitamina E cosa comporta?

    La carenza di Vitamina E non è un fatto da sottovalutare. Stanchezza e apatia sono tra i sintomi più comuni della carenza di Vitamina E.  altri sintomi includono:

    -        Difficoltà di concentrazione

    -        Irritabilità

    -        Debolezza muscolare

    -        Disfunzioni metaboliche

    -        Disturbi neurologici

    -        Invecchiamento precoce dei tessuti

    Esistono in commercio integratori a base di alfa tocoferolo, sia quelli sintetici, che contengono una maggiore quantità di tocoferolo, che quelli naturali.

    Nonostante tutto, alte dosi di vitamina E possono causare problemi di ipertensione in coloro che già ne soffrono.  Ragion per cui è sempre meglio consultare il medico se si pensa di aver bisogno di integratori di Vitamina E.

    Integratori di vitamina E: quali benefici?

    Gli integratori di vitamina E sono assai pubblicizzati nel campo dell’integrazione alimentare. Questo è dovuto al fatto che non tutti seguono una dieta corretta e possono necessitare di un’integrazione vitaminica.

    Non solo la dieta, anche lo sport, lo stress, o il lavoro intenso aumentano la necessità di vitamine da parte dell’organismo. È in questo contesto che entrano in giorno gli integratori alimentari. Carenze di vitamina E causano l’anemia.

    Inoltre, gli integratori di vitamina E possono essere utilizzati per ridurre l’infiammazione e i crampi che si manifestano dopo un’attività fisica intensa.

    Tocoferolo puro utilizzi

    Il tocoferolo puro ha una consistenza simile al miele, piuttosto appiccicoso. Anche il colore è simile a quello del miele: giallo scuro o bruno chiaro. Il tocoferolo puro viene utilizzato all’interno di creme e cosmetici.

    Nelle preparazioni cosmetiche viene utilizzato in concentrazioni comprese tra 0,1 e 5%.

    Per via della sua attività antiossidante trova utilizzo nella formulazione come agente protettivo della pelle e per neutralizzare la degradazione degli altri componenti della formulazione. Inoltre, il tocoferolo protegge dai raggi UV custodendo la pelle liscia e morbida, in quanto limita la perdita di acqua dall'epidermide per preservare l'idratazione cutanea.

    Quali sono gli alimenti ricchi di tocoferolo (vitamina E)

    La vitamina E è presente in numerosi alimenti e contribuisce alle difese antiossidanti del nostro organismo.

    Gli alimenti che contengono in assoluto più vitamina E sono:

    -        Olio di germe di grano

    -        Olio di girasole

    -        Olio d’oliva

    -        Olio di mais

    -        Mandorle

    -        Nocciole

    -        Pistacchi

    -        Pinoli

    -        Semi di girasole

    -        Arachidi

    -        Cereali integrali

    -        Uova

    -        Frutta (albicocche)

    -        Ortaggi (spinaci, broccoli, cime di rapa e pomodori in primis)

     

    La vitamina E può essere distrutta dal congelamento, ma anche dal calore eccessivo e prolungato: dunque si consiglia di mangiare questi alimenti crudi o poco cotti, e mangiarli freschi non congelati.

    Esistono rischi o effetti collaterali se si assumono troppi alimenti contenenti tocoferolo?

    Ad oggi non è stato riscontrato alcun effetto collaterale o negativo causato dal consumo eccessivo di prodotti alimentari che contengono vitamina E.



     

    comments powered by Disqus